Studio e approfondimento della lingua inglese
 

Since ... that

ngs 5 Ago 2017 13:48
"Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."

Can I use "that" that way or should I avoid it?

Kiuhnm
ngs 5 Ago 2017 16:45
On 05/08/2017 13:48, ngs wrote:
> "Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."
>
> Can I use "that" that way or should I avoid it?

Spero che il contesto non crei confusione. Riformulo:

Since 1+1=2 and that x and y are positive, ...

A me sembra una forma abbreviata di

Since 1+1=2 and since that x and y are positive, ...

Non mi sembra corretto.

Kiuhnm
JoeyDee 5 Ago 2017 18:59
On Sat, 05 Aug 2017 10:45:07 -0400, ngs wrote
(in article <om4llj$1je9$1@gioia.aioe.org>):

> On 05/08/2017 13:48, ngs wrote:
>> "Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."
>>
>> Can I use "that" that way or should I avoid it?
>
> Spero che il contesto non crei confusione. Riformulo:
>
> Since 1+1=2 and that x and y are positive, ...
>
> A me sembra una forma abbreviata di
>
> Since 1+1=2 and since that x and y are positive, ...
>
> Non mi sembra corretto.
>
> Kiuhnm

Drop "that" as it's unnecessary and sounds odd.

Since 1+2=2, and x and y are positive
(note the comma)

--
Joe W Dee
Remember: It is To Laugh
Adam Atkinson 5 Ago 2017 19:00
On 05/08/17 12:48, ngs wrote:
> "Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."
>
> Can I use "that" that way or should I avoid it?

Seems wrong to me. "that" seems unnecessary.

"Since f(x)=blah and Y_i and R_i are Bernoulli..." sounds fine to me.
ngs 5 Ago 2017 20:48
On 05/08/2017 19:00, Adam Atkinson wrote:
> On 05/08/17 12:48, ngs wrote:
>> "Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."
>>
>> Can I use "that" that way or should I avoid it?
>
> Seems wrong to me. "that" seems unnecessary.
>
> "Since f(x)=blah and Y_i and R_i are Bernoulli..." sounds fine to me.

Si può ripetere "since" come in italiano?

Kiuhnm
ngs 5 Ago 2017 20:52
On 05/08/2017 18:59, JoeyDee wrote:
> On Sat, 05 Aug 2017 10:45:07 -0400, ngs wrote
> (in article <om4llj$1je9$1@gioia.aioe.org>):
>
>> On 05/08/2017 13:48, ngs wrote:
>>> "Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."
>>>
>>> Can I use "that" that way or should I avoid it?
>>
>> Spero che il contesto non crei confusione. Riformulo:
>>
>> Since 1+1=2 and that x and y are positive, ...
>>
>> A me sembra una forma abbreviata di
>>
>> Since 1+1=2 and since that x and y are positive, ...
>>
>> Non mi sembra corretto.
>>
>> Kiuhnm
>
> Drop "that" as it's unnecessary and sounds odd.
>
> Since 1+2=2, and x and y are positive
> (note the comma)

OK, grazie. L'autore della frase è canadese, giusto per dover di cronaca.

Kiuhnm
Adam Atkinson 5 Ago 2017 21:30
On 05/08/17 19:48, ngs wrote:

>> "Since f(x)=blah and Y_i and R_i are Bernoulli..." sounds fine to me.
>
> Si può ripetere "since" come in italiano?
>

You can if you really want to. But I don't think you need to.
ngs 5 Ago 2017 21:36
On 05/08/2017 21:30, Adam Atkinson wrote:
> On 05/08/17 19:48, ngs wrote:
>
>>> "Since f(x)=blah and Y_i and R_i are Bernoulli..." sounds fine to me.
>>
>> Si può ripetere "since" come in italiano?
>>
>
> You can if you really want to. But I don't think you need to.

Era giusto per sapere. Ovviamente lo so che grammaticamente ha senso, ma
m'interessa di più lo usage. Grazie.

Kiuhnm
Tony the Ice Man 5 Ago 2017 22:03
On 08/05/17 11:48 AM, ngs wrote:
> On 05/08/2017 19:00, Adam Atkinson wrote:
>> On 05/08/17 12:48, ngs wrote:
>>> "Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."
>>> Can I use "that" that way or should I avoid it?
>> Seems wrong to me. "that" seems unnecessary.
>> "Since f(x)=blah and Y_i and R_i are Bernoulli..." sounds fine to me.
> Si può ripetere "since" come in italiano?

Che cosa intendi dire nel ripetere di "since" in italiano? Si può usare
"da" in italiano in questo caso?

Per esempio, "Da f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli..." è corretto?

In inglese, "because" tratta di una comparazione causale, e "since" per
una comparazione temporale. ma si può usare "since" per una comparazione
causale se il significato è chiaro (che non si può interpretare la
comparazione come una del tempo).

In italiano, direi "Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli..." ma
forse l'eccezione per casi chiari faccia valido "da" anche in italiano?
Che ci pensi?
ngs 6 Ago 2017 01:22
On 05/08/2017 22:03, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/05/17 11:48 AM, ngs wrote:
>> On 05/08/2017 19:00, Adam Atkinson wrote:
>>> On 05/08/17 12:48, ngs wrote:
>>>> "Since f(X_i)=1/B and that Y_i and R_i are Bernoulli, ..."
>>>> Can I use "that" that way or should I avoid it?
>>> Seems wrong to me. "that" seems unnecessary.
>>> "Since f(x)=blah and Y_i and R_i are Bernoulli..." sounds fine to me.
>> Si può ripetere "since" come in italiano?
>
> Che cosa intendi dire nel ripetere di "since" in italiano?

"Since f(x)=blah and since Y_i and R_i are Bernoulli..."

> Si può usare
> "da" in italiano in questo caso?

No, non si può.

> Per esempio, "Da f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli..." è corretto?

No.

> In inglese, "because" tratta di una comparazione causale, e "since" per
> una comparazione temporale. ma si può usare "since" per una comparazione
> causale se il significato è chiaro (che non si può interpretare la
> comparazione come una del tempo).

In pratica vedo quasi sempre "since", almeno in americano. Mi sento un
po' a disagio a iniziare una frase con "because" in ambito informale.

> In italiano, direi "Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli..." ma
> forse l'eccezione per casi chiari faccia valido "da" anche in italiano?
> Che ci pensi?

(Che NE pensi?)

In quel caso, "perché" significa "affinché" (in order that), però ci
vuole "siano" (subjunctive) al posto di "sono":

Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...
Affinché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...

Tornando al nostro caso, puoi dire:

Poiché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...
Dal momento che f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...

Kiuhnm
Tony the Ice Man 6 Ago 2017 05:20
On 08/05/17 4:22 PM, ngs wrote:
> On 05/08/2017 22:03, Tony the Ice Man wrote:
>> In inglese, "because" tratta di una comparazione causale, e "since" per
>> una comparazione temporale. ma si può usare "since" per una comparazione
>> causale se il significato è chiaro (che non si può interpretare la
>> comparazione come una del tempo).
>
> In pratica vedo quasi sempre "since", almeno in americano. Mi sento un
> po' a disagio a iniziare una frase con "because" in ambito informale.

Sì, lo so che è molto commune sentire "since" anche per la comparazione
causale. Ma per qualche comparazione causale "because" è necessario per
la chiarezza. Infatti, ci sono dei redattori professionali a cui non
piace mai l'uso di "since" per la comparazione causale. Insomma, "since"
è accettata in questo caso ma "because" è sempre adatta.

>> In italiano, direi "Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli..." ma
>> forse l'eccezione per casi chiari faccia valido "da" anche in italiano?
>> Che ci pensi?
>
> (Che NE pensi?)

"Che ne pensi" suona sempre meglio a me, ma ho letto che si dice
"Dovevano pensarci mesi fa" e insomma, mi confonde. Si scrivono anche
"pensare a qualcosa/qualcuno," e "Penasate agli affari vostri."

Altri esempi, "Pensi mai alla morte? No, non ci penso."

Non si tratta del partitivo, ma sento sempre "che ne pensi" e non so
perché sia corretto.

> In quel caso, "perché" significa "affinché" (in order that), però ci
> vuole "siano" (subjunctive) al posto di "sono":
>
> Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...
> Affinché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...
>
> Tornando al nostro caso, puoi dire:
>
> Poiché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...
> Dal momento che f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...

Capito. Le frasi con la parola affinché possono includere il "non" e non
cambia il significato. Che logica!
ngs 6 Ago 2017 16:55
On 06/08/2017 05:20, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/05/17 4:22 PM, ngs wrote:
>> On 05/08/2017 22:03, Tony the Ice Man wrote:
>>> In inglese, "because" tratta di una comparazione causale, e "since" per
>>> una comparazione temporale. ma si può usare "since" per una comparazione
>>> causale se il significato è chiaro (che non si può interpretare la
>>> comparazione come una del tempo).
>>
>> In pratica vedo quasi sempre "since", almeno in americano. Mi sento un
>> po' a disagio a iniziare una frase con "because" in ambito informale.
>
> Sì, lo so che è molto commune sentire "since" anche per la comparazione
> causale. Ma per qualche comparazione causale "because" è necessario per
> la chiarezza. Infatti, ci sono dei redattori professionali a cui non
> piace mai l'uso di "since" per la comparazione causale. Insomma, "since"
> è accettata in questo caso ma "because" è sempre adatta.
>
>>> In italiano, direi "Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli..." ma
>>> forse l'eccezione per casi chiari faccia valido "da" anche in italiano?
>>> Che ci pensi?
>>
>> (Che NE pensi?)
>
> "Che ne pensi" suona sempre meglio a me, ma ho letto che si dice
> "Dovevano pensarci mesi fa" e insomma, mi confonde. Si scrivono anche
> "pensare a qualcosa/qualcuno," e "Penasate agli affari vostri."

Molto semplicemente:
Devo pensare A qualcosa ==> devo pensarCI
Devo parlare DI qualcosa ==> devo parlarNE

> Altri esempi, "Pensi mai alla morte? No, non ci penso."

A ==> CI
Pensi mai Alla morte? No, non CI penso

> Non si tratta del partitivo, ma sento sempre "che ne pensi" e non so
> perché sia corretto.

DI => NE
Cosa pensi DI questa cosa? ==> Cosa NE pensi? Che NE pensi? Che cosa NE
pensi?

Schema:
DI/DA ==> NE
Esempi:
andare via DA un luogo ==> andarseNE
ricavare (=gain) molto DA una situazione ==> ricavarNE molto
parlare DI qualcosa/qualcuno ==> parlarNE
innamorarsi di qualcuno ==> innamorarseNE
Quanti anni hai? ==> Quanti NE hai (DI anni)?
Quanti giochi hai? ==> Quanti NE hai (DI giochi)?

Altri casi ==> CI

(Can you think of any exceptions? Let me know if you can!)

>> In quel caso, "perché" significa "affinché" (in order that), però ci
>> vuole "siano" (subjunctive) al posto di "sono":
>>
>> Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...
>> Affinché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...
>>
>> Tornando al nostro caso, puoi dire:
>>
>> Poiché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...
>> Dal momento che f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...
>
> Capito. Le frasi con la parola affinché possono includere il "non" e non
> cambia il significato. Che logica!

No, no, il significato cambia! Puoi farmi un esempio?

Kiuhnm
Tony the Ice Man 6 Ago 2017 18:21
On 08/06/17 7:55 AM, ngs wrote:
> Molto semplicemente:
> Devo pensare A qualcosa ==> devo pensarCI
> Devo parlare DI qualcosa ==> devo parlarNE

Sì, lo so che si usa "ne" per "di" e "ci" per "a." Il problema è
nell'uso di "pensare a" o "pensare di."

>> Altri esempi, "Pensi mai alla morte? No, non ci penso."
> A ==> CI
> Pensi mai Alla morte? No, non CI penso

Esatto. Non si dice "pensi mai della morte," ma chissà perché?

>> Non si tratta del partitivo, ma sento sempre "che ne pensi" e non so
>> perché sia corretto.
>
> DI => NE
> Cosa pensi DI questa cosa? ==> Cosa NE pensi? Che NE pensi? Che cosa NE
> pensi?
>
> Schema:
> DI/DA ==> NE
> Esempi:
> andare via DA un luogo ==> andarseNE
> ricavare (=gain) molto DA una situazione ==> ricavarNE molto
> parlare DI qualcosa/qualcuno ==> parlarNE
> innamorarsi di qualcuno ==> innamorarseNE
> Quanti anni hai? ==> Quanti NE hai (DI anni)?
> Quanti giochi hai? ==> Quanti NE hai (DI giochi)?
>
> Altri casi ==> CI
> (Can you think of any exceptions? Let me know if you can!)
Apprima, non ho spiegato bene che capisco i pronomi, ma non capisco la
differenza tra "pensare a" o "pensare di."

Per esempio:
http://forum.impariamo.com/viewtopic.php?t=2156
https://forum.wordreference.com/threads/pensare-a-v-s-pensare-di.337863/

Forse l'ultima include una spiegazione che può aiutarmi:

<<
C'è una sottile differenza tra le due frasi.

"Penso di scrivergli una lettera" suggerisce una sorta di insicurezza,
come se la persona fosse ancora indecisa sul da farsi. Pensa di
scrivergli, ma non è ancora sicuro al 100%.

"Penso a riordinare la stanza", invece, denota una certa sicurezza, come
se fosse un compito già assegnato. Ad esempio: "penso a riordinare la
stanza, tu occupati di qualcos'altro!"
>>

Allora, forse si dice "che ne pensi?" che rappresenta "che pensi di
qualcosa?" sempre per suggerire insicurezza. (C' è sicurezza nella
morte. Pensi mai alla morte? Se no, non importa, si muore sempre.)
Insomma, non sono convinto di capire.

>>> In quel caso, "perché" significa "affinché" (in order that), però ci
>>> vuole "siano" (subjunctive) al posto di "sono":
>>>
>>> Perché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...
>>> Affinché f(x)=blah, e Y_i e R_i siano Bernoulli...
>>>
>>> Tornando al nostro caso, puoi dire:
>>>
>>> Poiché f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...
>>> Dal momento che f(x)=blah, e Y_i e R_i sono Bernoulli...
>>
>> Capito. Le frasi con la parola affinché possono includere il "non" e non
>> cambia il significato. Che logica!
>
> No, no, il significato cambia! Puoi farmi un esempio?

Vedo "affinché... non" spesso nel libro che leggo in questo periodo, ma
naturalemente, cercare i ultimi capitoli, non riesco a trovare un
esempio. Allora grazie per la richiesta e noterò la prossima volta che
vedrò l'espressione.
Tony the Ice Man 7 Ago 2017 05:01
On 08/06/17 9:21 AM, Tony the Ice Man wrote:
>>> Capito. Le frasi con la parola affinché possono includere il "non" e non
>>> cambia il significato. Che logica!
>>
>> No, no, il significato cambia! Puoi farmi un esempio?

Ho sbagliato. L'espressione è "finché non."

Studiavo finché mi sono addormentato.
Studiavo finché non mi sono addormentato.

Tutto andava bene finché cominciò a piovere.
Tutto andava bene finché non cominciò a piovere.

https://onlineitalianclub.com/free-italian-exercises-and-resources/italian-grammar/finche-finche-non/
ngs 7 Ago 2017 17:03
On 06/08/2017 18:21, Tony the Ice Man wrote:
> Apprima, non ho spiegato bene che capisco i pronomi, ma non capisco la
> differenza tra "pensare a" o "pensare di."
>
> Per esempio:
> http://forum.impariamo.com/viewtopic.php?t=2156
> https://forum.wordreference.com/threads/pensare-a-v-s-pensare-di.337863/
>
> Forse l'ultima include una spiegazione che può aiutarmi:
>
> <<
> C'è una sottile differenza tra le due frasi.
>
> "Penso di scrivergli una lettera" suggerisce una sorta di insicurezza,
> come se la persona fosse ancora indecisa sul da farsi. Pensa di
> scrivergli, ma non è ancora sicuro al 100%.
>
> "Penso a riordinare la stanza", invece, denota una certa sicurezza, come
> se fosse un compito già assegnato. Ad esempio: "penso a riordinare la
> stanza, tu occupati di qualcos'altro!"
>>>

Più o meno:
Penso di fare = I'm thinking of doing
Penso a fare = I'll take care of doing

We never say "Penso a riordinare la stanza" in isolation (or, at least,
I don't). It's always "I'll take care of this. You deal with that".

It's also used to give strong suggestions:
"Pensa a farti degli amici veri e lascia perdere quei due bastardi!".
(You'd better make some real ******* and leave those two bastards alone!)

> Allora, forse si dice "che ne pensi?" che rappresenta "che pensi di
> qualcosa?" sempre per suggerire insicurezza. (C' è sicurezza nella
> morte. Pensi mai alla morte? Se no, non importa, si muore sempre.)
> Insomma, non sono convinto di capire.

Dimenticati della questione "sicurezza VS insicurezza". Credo che non
c'entri niente.

Pensi mai alla morte? = Do you ever think about death?
Cosa (ne) pensi della morte? = What do you think about/of death?

Kiuhnm
ngs 7 Ago 2017 17:13
On 07/08/2017 05:01, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/06/17 9:21 AM, Tony the Ice Man wrote:
>>>> Capito. Le frasi con la parola affinché possono includere il "non" e
>>>> non
>>>> cambia il significato. Che logica!
>>>
>>> No, no, il significato cambia! Puoi farmi un esempio?
>
> Ho sbagliato. L'espressione è "finché non."
>
> Studiavo finché mi sono addormentato.
> Studiavo finché non mi sono addormentato.
>
> Tutto andava bene finché cominciò a piovere.
> Tutto andava bene finché non cominciò a piovere.
>
>
https://onlineitalianclub.com/free-italian-exercises-and-resources/italian-grammar/finche-finche-non/

"Finché <condition>" means "as long as <condition> doesn't change".
Therefore, the "non" is irrelevant.

Kiuhnm
ngs 7 Ago 2017 17:16
On 07/08/2017 17:03, ngs wrote:
> Pensi mai alla morte? = Do you ever think about death?
> Cosa (ne) pensi della morte? = What do you think about/of death?

If you replace "death" with a person it becomes even clearer:

Pensi mai a Sara? = Do you ever think about Sara?
Cosa (ne) pensi di Sara? = What do you think about/of Sara?

Kiuhnm
ADPUF 8 Ago 2017 21:30
Tony the Ice Man 05:01, lunedì 7 agosto 2017:
> On 08/06/17 9:21 AM, Tony the Ice Man wrote:
>>>> Capito. Le frasi con la parola affinché possono includere
>>>> il "non" e non cambia il significato. Che logica!
>>>
>>> No, no, il significato cambia! Puoi farmi un esempio?
>
> Ho sbagliato. L'espressione è "finché non."
>
> Studiavo finché mi sono addormentato.
> Studiavo finché non mi sono addormentato.
>
> Tutto andava bene finché cominciò a piovere.
> Tutto andava bene finché non cominciò a piovere.
>
>
https://onlineitalianclub.com/free-italian-exercises-and-resources/italian-grammar/finche-finche-non/


Il "finché [non]" a volte mette in dubbio anche un italiano.

C'è un uso "durativo" (mentre permane una condizione) e un
uso "istantaneo" (quando una condizione si avvera).

Stavo bene finché dormivo.
Stavo bene finché mi sono svegliato.

Nel primo caso io uso "fin tanto che" che mi pare più chiaro.

"Fin tanto che Usenet c'è, io lo uso."


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
ngs 9 Ago 2017 00:46
On 08/08/2017 21:30, ADPUF wrote:
> Tony the Ice Man 05:01, lunedì 7 agosto 2017:
>> On 08/06/17 9:21 AM, Tony the Ice Man wrote:
>>>>> Capito. Le frasi con la parola affinché possono includere
>>>>> il "non" e non cambia il significato. Che logica!
>>>>
>>>> No, no, il significato cambia! Puoi farmi un esempio?
>>
>> Ho sbagliato. L'espressione è "finché non."
>>
>> Studiavo finché mi sono addormentato.
>> Studiavo finché non mi sono addormentato.
>>
>> Tutto andava bene finché cominciò a piovere.
>> Tutto andava bene finché non cominciò a piovere.
>>
>>
>
https://onlineitalianclub.com/free-italian-exercises-and-resources/italian-grammar/finche-finche-non/
>
>
> Il "finché [non]" a volte mette in dubbio anche un italiano.
>
> C'è un uso "durativo" (mentre permane una condizione) e un
> uso "istantaneo" (quando una condizione si avvera).
>
> Stavo bene finché dormivo.
> Stavo bene finché mi sono svegliato.
>
> Nel primo caso io uso "fin tanto che" che mi pare più chiaro.
>
> "Fin tanto che Usenet c'è, io lo uso."

Finché c'è vita c'è speranza!

Kiuhnm
Tony the Ice Man 9 Ago 2017 05:49
On 08/08/17 3:46 PM, ngs wrote:
> On 08/08/2017 21:30, ADPUF wrote:
>> Il "finché [non]" a volte mette in dubbio anche un italiano.
>> C'è un uso "durativo" (mentre permane una condizione) e un
>> uso "istantaneo" (quando una condizione si avvera).
>> Stavo bene finché dormivo.
>> Stavo bene finché mi sono svegliato.
>> Nel primo caso io uso "fin tanto che" che mi pare più chiaro.
>> "Fin tanto che Usenet c'è, io lo uso."
>
> Finché c'è vita c'è speranza!

Purtroppo si può dire anche "finché non c'è vita c'è speranza!"
ngs 9 Ago 2017 12:53
On 09/08/2017 05:49, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/08/17 3:46 PM, ngs wrote:
>> On 08/08/2017 21:30, ADPUF wrote:
>>> Il "finché [non]" a volte mette in dubbio anche un italiano.
>>> C'è un uso "durativo" (mentre permane una condizione) e un
>>> uso "istantaneo" (quando una condizione si avvera).
>>> Stavo bene finché dormivo.
>>> Stavo bene finché mi sono svegliato.
>>> Nel primo caso io uso "fin tanto che" che mi pare più chiaro.
>>> "Fin tanto che Usenet c'è, io lo uso."
>>
>> Finché c'è vita c'è speranza!
>
> Purtroppo si può dire anche "finché non c'è vita c'è speranza!"

No, non si può.

Kiuhnm
Tony the Ice Man 9 Ago 2017 16:25
On 08/09/17 3:53 AM, ngs wrote:
> On 09/08/2017 05:49, Tony the Ice Man wrote:
>> On 08/08/17 3:46 PM, ngs wrote:
>>> On 08/08/2017 21:30, ADPUF wrote:
>>>> Il "finché [non]" a volte mette in dubbio anche un italiano.
>>>> C'è un uso "durativo" (mentre permane una condizione) e un
>>>> uso "istantaneo" (quando una condizione si avvera).
>>>> Stavo bene finché dormivo.
>>>> Stavo bene finché mi sono svegliato.
>>>> Nel primo caso io uso "fin tanto che" che mi pare più chiaro.
>>>> "Fin tanto che Usenet c'è, io lo uso."
>>>
>>> Finché c'è vita c'è speranza!
>>
>> Purtroppo si può dire anche "finché non c'è vita c'è speranza!"
>
> No, non si può.

No? Sai perché, o invece si deve accettare l'incanto della ******* italiana?

Pensavo che significhi "fino al momento in cui c'è vita."
Tony the Ice Man 9 Ago 2017 16:31
On 08/09/17 7:25 AM, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/09/17 3:53 AM, ngs wrote:
>> On 09/08/2017 05:49, Tony the Ice Man wrote:
>>> On 08/08/17 3:46 PM, ngs wrote:
>>>> On 08/08/2017 21:30, ADPUF wrote:
>>>>> Il "finché [non]" a volte mette in dubbio anche un italiano.
>>>>> C'è un uso "durativo" (mentre permane una condizione) e un
>>>>> uso "istantaneo" (quando una condizione si avvera).
>>>>> Stavo bene finché dormivo.
>>>>> Stavo bene finché mi sono svegliato.
>>>>> Nel primo caso io uso "fin tanto che" che mi pare più chiaro.
>>>>> "Fin tanto che Usenet c'è, io lo uso."
>>>> Finché c'è vita c'è speranza!
>>> Purtroppo si può dire anche "finché non c'è vita c'è speranza!"
>>
>> No, non si può.
>
> No? Sai perché, o invece si deve accettare l'incanto della ******* italiana?
> Pensavo che significhi "fino al momento in cui c'è vita."

No, significa "per tutto il tempo che c'è vita." OK, capito.
ngs 9 Ago 2017 17:13
On 09/08/2017 16:31, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/09/17 7:25 AM, Tony the Ice Man wrote:
>> On 08/09/17 3:53 AM, ngs wrote:
>>> On 09/08/2017 05:49, Tony the Ice Man wrote:
>>>> On 08/08/17 3:46 PM, ngs wrote:
>>>>> On 08/08/2017 21:30, ADPUF wrote:
>>>>>> Il "finché [non]" a volte mette in dubbio anche un italiano.
>>>>>> C'è un uso "durativo" (mentre permane una condizione) e un
>>>>>> uso "istantaneo" (quando una condizione si avvera).
>>>>>> Stavo bene finché dormivo.
>>>>>> Stavo bene finché mi sono svegliato.
>>>>>> Nel primo caso io uso "fin tanto che" che mi pare più chiaro.
>>>>>> "Fin tanto che Usenet c'è, io lo uso."
>>>>> Finché c'è vita c'è speranza!
>>>> Purtroppo si può dire anche "finché non c'è vita c'è speranza!"
>>>
>>> No, non si può.
>>
>> No? Sai perché, o invece si deve accettare l'incanto della ******* >>
italiana?
>> Pensavo che significhi "fino al momento in cui c'è vita."
>
> No, significa "per tutto il tempo che c'è vita." OK, capito.

Esatto. In questo caso, "finché" = "while".

Kiuhnm

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Studio e approfondimento della lingua inglese | Tutti i gruppi | it.cultura.linguistica.inglese | Notizie e discussioni linguistica inglese | Linguistica inglese Mobile | Servizio di consultazione news.