Studio e approfondimento della lingua inglese
 

stupid questions
1 | 2 |

ngs 8 Ago 2017 21:22
A well-known AI researcher wrote this maxim:

"The only stupid question is the one you were afraid to ask but never
did."

Maybe he phrased it another way and someone else reported it. I think
it's quite awkward. For one, "but" is an adversative conjunction but
here we are really /adding/ to the first part of the sentence. I'd use
"and" instead. Also, "did" refers to "ask" which is ******* behind "were".

I'd simply say:

"The only stupid question is the one you were afraid to ask AND [you]
never ASKED.

Your thoughts?

Kiuhnm
ilChierico 9 Ago 2017 00:41
On 08/08/2017 21:22, ngs wrote:

> Your thoughts?

I miei fidi tugh indiani a quest'ora dormono, ma mi hanno lasciato un
bigliettino riguardo al non ripetere nella stessa frase o in periodi
vicini sempre gli stessi verbi.

Questo accade in italiano, in inglese penso sia la stessa cosa, dal
punto di vista stilistico, intendo.
Tony the Ice Man 9 Ago 2017 05:21
On 08/08/17 12:22 PM, ngs wrote:
> A well-known AI researcher wrote this maxim:
> "The only stupid question is the one you were afraid to ask but never
> did."
> Maybe he phrased it another way and someone else reported it. I think
> it's quite awkward. For one, "but" is an adversative conjunction but
> here we are really /adding/ to the first part of the sentence. I'd use
> "and" instead. Also, "did" refers to "ask" which is ******* behind "were".
> I'd simply say:
> "The only stupid question is the one you were afraid to ask AND [you]
> never ASKED.
> Your thoughts?

Yes, your revision is an improvement on the original, or it could have
read "The only stupid question is the one you wanted to ask but never
did (ask)." Perhaps his or her intelligence really is artificial.

Having said that, I've asked some stupid questions at times.
ngs 9 Ago 2017 13:00
On 09/08/2017 00:41, ilChierico wrote:
> On 08/08/2017 21:22, ngs wrote:
>
>> Your thoughts?
>
> I miei fidi tugh indiani a quest'ora dormono, ma mi hanno lasciato un
> bigliettino riguardo al non ripetere nella stessa frase o in periodi
> vicini sempre gli stessi verbi.
>
> Questo accade in italiano, in inglese penso sia la stessa cosa, dal
> punto di vista stilistico, intendo.

No, non penso. E' una delle prime differenze che ho notato tra inglese e
italiano. (Più che altro parlo dell'americano.)

Kiuhnm
ngs 9 Ago 2017 13:32
On 09/08/2017 05:21, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/08/17 12:22 PM, ngs wrote:
>> A well-known AI researcher wrote this maxim:
>> "The only stupid question is the one you were afraid to ask but
>> never did."
>> Maybe he phrased it another way and someone else reported it. I think
>> it's quite awkward. For one, "but" is an adversative conjunction but
>> here we are really /adding/ to the first part of the sentence. I'd use
>> "and" instead. Also, "did" refers to "ask" which is ******* behind
>> "were".
>> I'd simply say:
>> "The only stupid question is the one you were afraid to ask AND
>> [you] never ASKED.
>> Your thoughts?
>
> Yes, your revision is an improvement on the original, or it could have
> read "The only stupid question is the one you wanted to ask but never
> did (ask)."

I like that!

> Perhaps his or her intelligence really is artificial.

That would explain some other things...

As you probably know, there are lots of books with titles of this form:
"Everything you wanted to know about X (but were afraid to ask)."
Maybe the author tried to rifarsi(?) a quella forma.

Ehm... come si dice in inglese "rifarsi a qualcosa"? Maybe "imitate"?
"Follow" is not quite right because the author is not using the exact
same form.

> Having said that, I've asked some stupid questions at times.

We all have :)
That's something teachers say to encourage students to ask questions,
but we know the truth!

I remember two professors at my university who weren't so accomodating.
Once a student asked a really stupid question and the first professor
went mad and snapped at him: "Ma allora lei non ha capito niente!!!"
The second professor was usually more tactful: "Domanda b*****e b*****e...".

Kiuhnm
ngs 9 Ago 2017 13:33
On 09/08/2017 13:00, ngs wrote:
> On 09/08/2017 00:41, ilChierico wrote:
>> On 08/08/2017 21:22, ngs wrote:
>>
>>> Your thoughts?
>>
>> I miei fidi tugh indiani a quest'ora dormono, ma mi hanno lasciato un
>> bigliettino riguardo al non ripetere nella stessa frase o in periodi
>> vicini sempre gli stessi verbi.
>>
>> Questo accade in italiano, in inglese penso sia la stessa cosa, dal
>> punto di vista stilistico, intendo.
>
> No, non penso. E' una delle prime differenze che ho notato tra inglese e
> italiano. (Più che altro parlo dell'americano.)

Ricordo che ci fu un thread proprio su questo ng. Saranno passati almeno
5 anni...

Kiuhnm
Tony the Ice Man 9 Ago 2017 16:16
On 08/09/17 4:32 AM, ngs wrote:
> As you probably know, there are lots of books with titles of this form:
> "Everything you wanted to know about X (but were afraid to ask)."
> Maybe the author tried to rifarsi(?) a quella forma.
> Ehm... come si dice in inglese "rifarsi a qualcosa"? Maybe "imitate"?
> "Follow" is not quite right because the author is not using the exact
> same form.

To remake something.
ngs 9 Ago 2017 17:17
On 09/08/2017 16:16, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/09/17 4:32 AM, ngs wrote:
>> As you probably know, there are lots of books with titles of this form:
>> "Everything you wanted to know about X (but were afraid to ask)."
>> Maybe the author tried to rifarsi(?) a quella forma.
>> Ehm... come si dice in inglese "rifarsi a qualcosa"? Maybe "imitate"?
>> "Follow" is not quite right because the author is not using the exact
>> same form.
>
> To remake something.

Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un film
è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
ispirazione da" (take inspiration from).

Kiuhnm
giacomo.degliesposti@gmail.com 9 Ago 2017 18:32
Il giorno mercoledì 9 agosto 2017 17:17:36 UTC+2, ngs ha scritto:
> On 09/08/2017 16:16, Tony the Ice Man wrote:
>> On 08/09/17 4:32 AM, ngs wrote:
>>> As you probably know, there are lots of books with titles of this form:
>>> "Everything you wanted to know about X (but were afraid to ask)."
>>> Maybe the author tried to rifarsi(?) a quella forma.
>>> Ehm... come si dice in inglese "rifarsi a qualcosa"? Maybe "imitate"?
>>> "Follow" is not quite right because the author is not using the exact
>>> same form.
>>
>> To remake something.
>
> Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un film
> è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
> ispirazione da" (take inspiration from).

Io in questo caso userei "refer to" (intendendo "rifarsi a" come "fare
riferimento a")

ciao
Giacomo
ngs 9 Ago 2017 21:02
On 09/08/2017 18:32, giacomo.degliesposti@gmail.com wrote:
> Il giorno mercoledì 9 agosto 2017 17:17:36 UTC+2, ngs ha scritto:
>> On 09/08/2017 16:16, Tony the Ice Man wrote:
>>> On 08/09/17 4:32 AM, ngs wrote:
>>>> As you probably know, there are lots of books with titles of this form:
>>>> "Everything you wanted to know about X (but were afraid to ask)."
>>>> Maybe the author tried to rifarsi(?) a quella forma.
>>>> Ehm... come si dice in inglese "rifarsi a qualcosa"? Maybe "imitate"?
>>>> "Follow" is not quite right because the author is not using the exact
>>>> same form.
>>>
>>> To remake something.
>>
>> Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un film
>> è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
>> ispirazione da" (take inspiration from).
>
> Io in questo caso userei "refer to" (intendendo "rifarsi a" come "fare
riferimento a")

Non è la stessa cosa.
Per es. (http://www.treccani.it/vocabolario/rifare/):

"rifarsi a qualcosa, a qualcuno, riallacciarsi, prendere spunto: molti
drammi (o drammaturghi) moderni si rifanno alla tragedia greca (o ai
tragici greci); vorrei ora rifarmi a un’obiezione polemica del mio
avversario."

Secondo me, è possibile rifarsi a qualcosa senza farne riferimento e
viceversa. Però qualche dubbio ce l'ho...

Kiuhnm

P.S. Perché "fare riferimento A qualcosa" diventa "farne riferimento"?
Tony the Ice Man 10 Ago 2017 04:35
On 08/09/17 8:17 AM, ngs wrote:
> On 09/08/2017 16:16, Tony the Ice Man wrote:
>> On 08/09/17 4:32 AM, ngs wrote:
>>> As you probably know, there are lots of books with titles of this form:
>>> "Everything you wanted to know about X (but were afraid to ask)."
>>> Maybe the author tried to rifarsi(?) a quella forma.
>>> Ehm... come si dice in inglese "rifarsi a qualcosa"? Maybe "imitate"?
>>> "Follow" is not quite right because the author is not using the exact
>>> same form.
>>
>> To remake something.
>
> Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un film
> è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
> ispirazione da" (take inspiration from).

Ci sono molte parole che sono adatte: imitate, assume, usurp, borrow
from, steal, arrogate, repurpose, expropriate or appropriate, per dare
alcuni esempii.
giacomo.degliesposti@gmail.com 10 Ago 2017 10:34
Il giorno mercoledì 9 agosto 2017 21:02:52 UTC+2, ngs ha scritto:
> On 09/08/2017 18:32, giacomo.degliesposti@gmail.com wrote:
[...]
>>> Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un film
>>> è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
>>> ispirazione da" (take inspiration from).
>>
>> Io in questo caso userei "refer to" (intendendo "rifarsi a" come "fare
riferimento a")
>
> Non è la stessa cosa.
> Per es. (http://www.treccani.it/vocabolario/rifare/):
>
> "rifarsi a qualcosa, a qualcuno, riallacciarsi, prendere spunto: molti
> drammi (o drammaturghi) moderni si rifanno alla tragedia greca (o ai
> tragici greci); vorrei ora rifarmi a un’obiezione polemica del mio
> avversario."

Non puoi cercare di tradurre letteralmente, ci sono diverse parole che
in italiano hanno sfumature di significato diverse ma che si traducono
con la stessa parola inglese (e viceversa).

Hai cercato, ad esempio, la traduzione in italiano di "to refer to" ?
Probabilmente troverai anche "rifarsi a".

> Secondo me, è possibile rifarsi a qualcosa senza farne riferimento e
> viceversa. Però qualche dubbio ce l'ho...
>
> Kiuhnm
>
> P.S. Perché "fare riferimento A qualcosa" diventa "farne riferimento"?

Credo sia un errore, penso la forma corretta sia "farvi riferimento".

ciao
Giacomo
ngs 10 Ago 2017 11:59
On 10/08/2017 10:34, giacomo.degliesposti@gmail.com wrote:
> Il giorno mercoledì 9 agosto 2017 21:02:52 UTC+2, ngs ha scritto:
>> On 09/08/2017 18:32, giacomo.degliesposti@gmail.com wrote:
> [...]
>>>> Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un film
>>>> è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
>>>> ispirazione da" (take inspiration from).
>>>
>>> Io in questo caso userei "refer to" (intendendo "rifarsi a" come "fare
riferimento a")
>>
>> Non è la stessa cosa.
>> Per es. (http://www.treccani.it/vocabolario/rifare/):
>>
>> "rifarsi a qualcosa, a qualcuno, riallacciarsi, prendere spunto: molti
>> drammi (o drammaturghi) moderni si rifanno alla tragedia greca (o ai
>> tragici greci); vorrei ora rifarmi a un’obiezione polemica del mio
>> avversario."
>
> Non puoi cercare di tradurre letteralmente, ci sono diverse parole che
> in italiano hanno sfumature di significato diverse ma che si traducono
> con la stessa parola inglese (e viceversa).
>
> Hai cercato, ad esempio, la traduzione in italiano di "to refer to" ?
> Probabilmente troverai anche "rifarsi a".

Non credo di star commettendo questo errore. Non ho mai visto usare
"refer to" in quel modo. Io preferisco "build on", "take inspiration
from", "take a cue from" o anche "follow".
Questo è quello che mi dice la mia sensibilità.

>> Secondo me, è possibile rifarsi a qualcosa senza farne riferimento e
>> viceversa. Però qualche dubbio ce l'ho...
>>
>> Kiuhnm
>>
>> P.S. Perché "fare riferimento A qualcosa" diventa "farne riferimento"?
>
> Credo sia un errore, penso la forma corretta sia "farvi riferimento".

Eppure l'ho sentito dire mille volte. Ho chiesto sul ng d'italiano.

Kiuhnm
ngs 10 Ago 2017 12:01
On 10/08/2017 04:35, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/09/17 8:17 AM, ngs wrote:
>> On 09/08/2017 16:16, Tony the Ice Man wrote:
>>> On 08/09/17 4:32 AM, ngs wrote:
>>>> As you probably know, there are lots of books with titles of this form:
>>>> "Everything you wanted to know about X (but were afraid to ask)."
>>>> Maybe the author tried to rifarsi(?) a quella forma.
>>>> Ehm... come si dice in inglese "rifarsi a qualcosa"? Maybe "imitate"?
>>>> "Follow" is not quite right because the author is not using the exact
>>>> same form.
>>>
>>> To remake something.
>>
>> Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un
>> film è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
>> ispirazione da" (take inspiration from).
>
> Ci sono molte parole che sono adatte: imitate, assume, usurp, borrow
> from, steal, arrogate, repurpose, expropriate or appropriate, per dare
> alcuni esempii.

OK, grazie.

Kiuhnm
giacomo.degliesposti@gmail.com 10 Ago 2017 12:51
Il giorno giovedì 10 agosto 2017 11:59:48 UTC+2, ngs ha scritto:
> On 10/08/2017 10:34, giacomo.degliesposti@gmail.com wrote:
>> Il giorno mercoledì 9 agosto 2017 21:02:52 UTC+2, ngs ha scritto:
>>> On 09/08/2017 18:32, giacomo.degliesposti@gmail.com wrote:
>> [...]
>>>>> Non sono sicuro che sia quello che intendevo. Un rifacimento di un film
>>>>> è un "remake of a *****", ma qui "rifarsi" significa più "trarre
>>>>> ispirazione da" (take inspiration from).
>>>>
>>>> Io in questo caso userei "refer to" (intendendo "rifarsi a" come "fare
riferimento a")
>>>
>>> Non è la stessa cosa.
>>> Per es. (http://www.treccani.it/vocabolario/rifare/):
>>>
>>> "rifarsi a qualcosa, a qualcuno, riallacciarsi, prendere spunto: molti
>>> drammi (o drammaturghi) moderni si rifanno alla tragedia greca (o ai
>>> tragici greci); vorrei ora rifarmi a un’obiezione polemica del mio
>>> avversario."
>>
>> Non puoi cercare di tradurre letteralmente, ci sono diverse parole che
>> in italiano hanno sfumature di significato diverse ma che si traducono
>> con la stessa parola inglese (e viceversa).
>>
>> Hai cercato, ad esempio, la traduzione in italiano di "to refer to" ?
>> Probabilmente troverai anche "rifarsi a".
>
> Non credo di star commettendo questo errore. Non ho mai visto usare
> "refer to" in quel modo. Io preferisco "build on", "take inspiration
> from", "take a cue from" o anche "follow".
> Questo è quello che mi dice la mia sensibilità.

Hai ragione: tra tutte le sfumature ci sono anche "ispirarsi", "alludere",
"imitare", "strizzare l'occhio a"...
Qui chiaramente vale il suggerimento dei madrelingua.

>>> P.S. Perché "fare riferimento A qualcosa" diventa "farne riferimento"?
>>
>> Credo sia un errore, penso la forma corretta sia "farvi riferimento".
>
> Eppure l'ho sentito dire mille volte. Ho chiesto sul ng d'italiano.

Ho visto! Seguo gli sviluppi anche io, mi hai messo curiosita'! :)

ciao
Giacomo
Pagliotz 10 Ago 2017 17:02
ngs ha usato la sua tastiera per scrivere:

> "The only stupid question is the one you were afraid to ask but never
> did."



Scusate la piccola divagazione, ma tutte le volte che leggo o sento
"stupid question" la mia mentee è automaticamente collegata a questa
tizia:
https://youtu.be/r8pnec4Hxps
("This might be a stupid question!")

--
ATTENZIONE: se nel msg-id si vede
"mn..........140268 ******* fun.club", sono proprio Pagliotz.
Altrimenti è un troll così ******* da volermi imitare per confondere
gli utenti...
..
ngs 10 Ago 2017 22:08
On 10/08/2017 17:02, Pagliotz wrote:
> ngs ha usato la sua tastiera per scrivere:
>
>> "The only stupid question is the one you were afraid to ask but
>> never did."
>
>
>
> Scusate la piccola divagazione, ma tutte le volte che leggo o sento
> "stupid question" la mia mentee è automaticamente collegata a questa tizia:
> https://youtu.be/r8pnec4Hxps
> ("This might be a stupid question!")

Non ce l'ho con te, però vorrei che qualcuno mi spiegasse perché è OK
prendere per il ******* una persona con un basso quoziente intellettivo, ma
non una persona obesa. E' una cosa che osservo da tempo e mi piacerebbe
capire...

Scusa se faccio il guastafeste :)

Kiuhnm
Tony the Ice Man 11 Ago 2017 04:08
On 08/10/17 1:08 PM, ngs wrote:
> On 10/08/2017 17:02, Pagliotz wrote:
>> ngs ha usato la sua tastiera per scrivere:
>>> "The only stupid question is the one you were afraid to ask but
>>> never did."
>> Scusate la piccola divagazione, ma tutte le volte che leggo o sento
>> "stupid question" la mia mentee è automaticamente collegata a questa
>> tizia:
>> https://youtu.be/r8pnec4Hxps
>> ("This might be a stupid question!")
> Non ce l'ho con te, però vorrei che qualcuno mi spiegasse perché è OK
> prendere per il ******* una persona con un basso quoziente intellettivo, ma
> non una persona obesa. E' una cosa che osservo da tempo e mi piacerebbe
> capire...
> Scusa se faccio il guastafeste :)

La donna nell'esempio ha mostrato la mancanza della sapienza, non la
mancanza dell'intelligenza. Forse lei è intelligente nei modi diversi,
per esempio emotivamente, musicalmente, o meccanicamente. Magari!

Negli Stati Uniti, prendiamo in giro la gente per tutt' e due
manifestazioni. A volte è una vergogna, a volte indica l'amcizia, a
volte è sfogare contro la demagogia sfrenata. Dipende dal contesto, non
è vero?

In questo caso mi sembra che a lei la conoscenza della geografia non sia
un attributo importante. I dieci mila dollari, invece sì.
Pagliotz 11 Ago 2017 08:37
ngs scriveva il 10/08/2017:

> Non ce l'ho con te, però vorrei che qualcuno mi spiegasse perché è OK
> prendere per il ******* una persona con un basso quoziente intellettivo, ma
non
> una persona obesa. E' una cosa che osservo da tempo e mi piacerebbe capire...
>
> Scusa se faccio il guastafeste :)



E figurati :-)
E' che, secondo il mio personalissimo quanto opinabilissimo parere, se
uno offre una simile di mostrazione pubblica di... (non so nemmeno
davvero io come definirla), il percularla mi sembra proprio il minimo
:-)

CI sono cose alle quali non si può restare indifferenti. Che sia
credere (come in questo caso) che l'Europa sia un paese (e non sapere
che esista un paese che si chiami Ungheria), oppure che avendo 4 date a
disposizione, il 1933 ed altre 3 date *DOPO* il 1950, in 4 non riescano
a dire che Hitler sia stato eletto Cancelliere tedesco nel 1933. Ma
potrei farti Nmila casi del genere.

Ecco, a queste dimostrazioni di
ignoranza/stupidaggine/ingenuità/chiamatelacome*****ovolete non riesco
ad essere indifferente. Ma sarà un mio limite :-)

--
ATTENZIONE: se nel msg-id si vede
"mn..........140268 ******* fun.club", sono proprio Pagliotz.
Altrimenti è un troll così ******* da volermi imitare per confondere
gli utenti...
..
ngs 11 Ago 2017 14:03
On 11/08/2017 04:08, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/10/17 1:08 PM, ngs wrote:
>> On 10/08/2017 17:02, Pagliotz wrote:
>>> ngs ha usato la sua tastiera per scrivere:
>>>> "The only stupid question is the one you were afraid to ask but
>>>> never did."
>>> Scusate la piccola divagazione, ma tutte le volte che leggo o sento
>>> "stupid question" la mia mentee è automaticamente collegata a questa
>>> tizia:
>>> https://youtu.be/r8pnec4Hxps
>>> ("This might be a stupid question!")
>> Non ce l'ho con te, però vorrei che qualcuno mi spiegasse perché è OK
>> prendere per il ******* una persona con un basso quoziente intellettivo,
>> ma non una persona obesa. E' una cosa che osservo da tempo e mi
>> piacerebbe capire...
>> Scusa se faccio il guastafeste :)
>
> La donna nell'esempio ha mostrato la mancanza della sapienza, non la
> mancanza dell'intelligenza. Forse lei è intelligente nei modi diversi,
> per esempio emotivamente, musicalmente, o meccanicamente. Magari!

Capisco cosa intendi, ma devi anche tenere conto che conoscenza e
intelligenza sono correlate. Se in età adulta pensi ancora che l'Europa
sia un paese, allora sei poco intelligente.
Sono d'accordo invece sul fatto che esistano diversi tipi d'intelligenza.

Kiuhnm
ngs 11 Ago 2017 14:13
On 11/08/2017 08:37, Pagliotz wrote:
> ngs scriveva il 10/08/2017:
>
>> Non ce l'ho con te, però vorrei che qualcuno mi spiegasse perché è OK
>> prendere per il ******* una persona con un basso quoziente intellettivo,
>> ma non una persona obesa. E' una cosa che osservo da tempo e mi
>> piacerebbe capire...
>>
>> Scusa se faccio il guastafeste :)
>
>
>
> E figurati :-)
> E' che, secondo il mio personalissimo quanto opinabilissimo parere, se
> uno offre una simile di mostrazione pubblica di... (non so nemmeno
> davvero io come definirla), il percularla mi sembra proprio il minimo :-)
>
> CI sono cose alle quali non si può restare indifferenti. Che sia credere
> (come in questo caso) che l'Europa sia un paese (e non sapere che esista
> un paese che si chiami Ungheria), oppure che avendo 4 date a
> disposizione, il 1933 ed altre 3 date *DOPO* il 1950, in 4 non riescano
> a dire che Hitler sia stato eletto Cancelliere tedesco nel 1933. Ma
> potrei farti Nmila casi del genere.
>
> Ecco, a queste dimostrazioni di
> ignoranza/stupidaggine/ingenuità/chiamatelacome*****ovolete non riesco ad
> essere indifferente. Ma sarà un mio limite :-)

La spiegazione evolutiva la conosco (*). Mi chiedevo solo perché si
stigmatizzasse il perculamento di persone obese, ma non di quelle
stupide. Forse perché siamo in un'era in cui l'intelligenza è molto più
importante dell'aspetto e della prestanza fisica? Probabile...

(*) Semplicemente, deridere una persona con gravi mancanze (fisiche o
psichiche) fa sì che questa venga messa da parte e che il suo corredo
genetico non venga trasmesso alle generazioni future.

Kiuhnm
Pagliotz 11 Ago 2017 16:07
Dopo dura riflessione, ngs ha scritto:


> La spiegazione evolutiva la conosco (*). Mi chiedevo solo perché si
> stigmatizzasse il perculamento di persone obese, ma non di quelle stupide.
> Forse perché siamo in un'era in cui l'intelligenza è molto più importante
> dell'aspetto e della prestanza fisica? Probabile...


Stiamo andando OT...

A questo specifico dubbio non ti so rispondere.
Come integrazione posso solo dirti che:
1) le battute sui neri se vengono dette da neri, vanno bene, altrimenti
sono razziste;
2) le battute sugli ebrei le possono dire solo gli ebrei, altrimenti
sei un nazista;
3) le battute sui ciechi le possono dire solo i ciechi, altrimenti sei
uno *******
4) le battute sui grassi le possono dire solo i grassi, altrimenti sei
un bullo;
etc. etc.etc.

--
ATTENZIONE: se nel msg-id si vede
"mn..........140268 ******* fun.club", sono proprio Pagliotz.
Altrimenti è un troll così ******* da volermi imitare per confondere
gli utenti...
..
Tony the Ice Man 11 Ago 2017 18:51
On 08/11/17 7:07 AM, Pagliotz wrote:
> Dopo dura riflessione, ngs ha scritto:
>> La spiegazione evolutiva la conosco (*). Mi chiedevo solo perché si
>> stigmatizzasse il perculamento di persone obese, ma non di quelle
>> stupide. Forse perché siamo in un'era in cui l'intelligenza è molto
>> più importante dell'aspetto e della prestanza fisica? Probabile...
> Stiamo andando OT...
> A questo specifico dubbio non ti so rispondere.
> Come integrazione posso solo dirti che:
> 1) le battute sui neri se vengono dette da neri, vanno bene, altrimenti
> sono razziste;
> 2) le battute sugli ebrei le possono dire solo gli ebrei, altrimenti sei
> un nazista;
> 3) le battute sui ciechi le possono dire solo i ciechi, altrimenti sei
> uno *******
> 4) le battute sui grassi le possono dire solo i grassi, altrimenti sei
> un bullo;

OK, forse per questa ragione gli americani prendono in giro tutti. Siamo
tutti grassi, abbiamo tutti un po' di sangue africano, siamo tutti
circonciduti, tutti non riesciamo a vedere lo scopo lontano, e le
battute sulle queste cose le possiamo dire solo noi.
Tony the Ice Man 11 Ago 2017 19:35
On 08/11/17 5:03 AM, ngs wrote:
> On 11/08/2017 04:08, Tony the Ice Man wrote:
>> La donna nell'esempio ha mostrato la mancanza della sapienza, non la
>> mancanza dell'intelligenza. Forse lei è intelligente nei modi diversi,
>> per esempio emotivamente, musicalmente, o meccanicamente. Magari!
>
> Capisco cosa intendi, ma devi anche tenere conto che conoscenza e
> intelligenza sono correlate. Se in età adulta pensi ancora che l'Europa
> sia un paese, allora sei poco intelligente.
> Sono d'accordo invece sul fatto che esistano diversi tipi d'intelligenza.

Se sei d'accordo sul riconoscimento di diverse intelligenze, dovresti
lasciare perdere questo pregiudizio, perché secondo la mia esperienza,
la correlazione è falsa, o al meno debole (tranne gli esempii estremi),
o altrimenti non serva.

Conoscevo *****fabetti, anche antenati di me, a cui non interessava
conoscenza del mondo, ma che avevano qualche talento oltre di me. Ametto
che c'è stata una volta in cui ho esibito un arroganza di pensare che
riuscivo a distinguere intelligenza dal livelo di sapienza, ma
l'esperienza mi ha cambiato idea. Beh, in teoria, non sempre in pratica,
come tutti a volte ricado alle idee espedienti.
ngs 12 Ago 2017 02:03
On 11/08/2017 19:35, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/11/17 5:03 AM, ngs wrote:
>> On 11/08/2017 04:08, Tony the Ice Man wrote:
>>> La donna nell'esempio ha mostrato la mancanza della sapienza, non la
>>> mancanza dell'intelligenza. Forse lei è intelligente nei modi diversi,
>>> per esempio emotivamente, musicalmente, o meccanicamente. Magari!
>>
>> Capisco cosa intendi, ma devi anche tenere conto che conoscenza e
>> intelligenza sono correlate. Se in età adulta pensi ancora che
>> l'Europa sia un paese, allora sei poco intelligente.
>> Sono d'accordo invece sul fatto che esistano diversi tipi d'intelligenza.
>
> Se sei d'accordo sul riconoscimento di diverse intelligenze, dovresti
> lasciare perdere questo pregiudizio, perché secondo la mia esperienza,
> la correlazione è falsa, o al meno debole (tranne gli esempii estremi),
> o altrimenti non serva.

Be', questo è un caso piuttosto estremo...

Kiuhnm
ngs 12 Ago 2017 02:08
On 11/08/2017 19:35, Tony the Ice Man wrote:
> On 08/11/17 5:03 AM, ngs wrote:
>> On 11/08/2017 04:08, Tony the Ice Man wrote:
>>> La donna nell'esempio ha mostrato la mancanza della sapienza, non la
>>> mancanza dell'intelligenza. Forse lei è intelligente nei modi diversi,
>>> per esempio emotivamente, musicalmente, o meccanicamente. Magari!
>>
>> Capisco cosa intendi, ma devi anche tenere conto che conoscenza e
>> intelligenza sono correlate. Se in età adulta pensi ancora che
>> l'Europa sia un paese, allora sei poco intelligente.
>> Sono d'accordo invece sul fatto che esistano diversi tipi d'intelligenza.
>
> Se sei d'accordo sul riconoscimento di diverse intelligenze, dovresti
> lasciare perdere questo pregiudizio, perché secondo la mia esperienza,
> la correlazione è falsa, o al meno debole (tranne gli esempii estremi),
> o altrimenti non serva.

https://en.wikipedia.org/wiki/General_knowledge#Predictor_of_achievement

Kiuhnm
ADPUF 12 Ago 2017 20:23
Tony the Ice Man 19:35, venerdì 11 agosto 2017:
>
> Se sei d'accordo sul riconoscimento di diverse intelligenze,
> dovresti lasciare perdere questo pregiudizio, perché secondo
> la mia esperienza, la correlazione è falsa, o al meno debole
> (tranne gli esempii estremi), o altrimenti non serva.
>
> Conoscevo *****fabetti, anche antenati di me, a cui non
> interessava conoscenza del mondo, ma che avevano qualche
> talento oltre di me. Ametto che c'è stata una volta in cui ho
> esibito un arroganza di pensare che riuscivo a distinguere
> intelligenza dal livelo di sapienza, ma l'esperienza mi ha
> cambiato idea. Beh, in teoria, non sempre in pratica, come
> tutti a volte ricado alle idee espedienti.


Sorrido, il tuo italiano ha aspetti insoliti, per cui
divertenti. :-)

A parte gli errorini, che cosa sono le idee "espedienti"?


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
ADPUF 12 Ago 2017 20:33
Tony the Ice Man 18:51, venerdì 11 agosto 2017:
> On 08/11/17 7:07 AM, Pagliotz wrote:
>> Dopo dura riflessione, ngs ha scritto:
>>> La spiegazione evolutiva la conosco (*). Mi chiedevo solo
>>> perché si stigmatizzasse il perculamento di persone obese,
>>> ma non di quelle stupide. Forse perché siamo in un'era in
>>> cui l'intelligenza è molto più importante dell'aspetto e
>>> della prestanza fisica? Probabile...
>> Stiamo andando OT...
>> A questo specifico dubbio non ti so rispondere.
>> Come integrazione posso solo dirti che:
>> 1) le battute sui neri se vengono dette da neri, vanno bene,
>> altrimenti sono razziste;
>> 2) le battute sugli ebrei le possono dire solo gli ebrei,
>> altrimenti sei un nazista;
>> 3) le battute sui ciechi le possono dire solo i ciechi,
>> altrimenti sei uno *******
>> 4) le battute sui grassi le possono dire solo i grassi,
>> altrimenti sei un bullo;
>
> OK, forse per questa ragione gli americani prendono in giro
> tutti. Siamo tutti grassi, abbiamo tutti un po' di sangue
> africano, siamo tutti circonciduti, tutti non riesciamo a


circoncisi
riusciamo


> vedere lo scopo lontano, e le battute sulle queste cose le
> possiamo dire solo noi.


Forse la differenza di cui parla K. dipende dal fatto che
l'obesità viene percepita come una caratteristica innata e
incorreggibile mentre la conoscenza viene considerata sintomo
di scarsa volontà e applicazione negli studi, quindi più
riprovevole.
Forse.


--
E-S °¿°
Ho plonkato tutti quelli che postano da Google Groups!
Qui è Usenet, non è il Web!
Tony the Ice Man 13 Ago 2017 04:47
On 08/12/17 11:23 AM, ADPUF wrote:
> Tony the Ice Man 19:35, venerdì 11 agosto 2017:
>> Se sei d'accordo sul riconoscimento di diverse intelligenze,
>> dovresti lasciare perdere questo pregiudizio, perché secondo
>> la mia esperienza, la correlazione è falsa, o al meno debole
>> (tranne gli esempii estremi), o altrimenti non serva.
>> Conoscevo *****fabetti, anche antenati di me, a cui non
>> interessava conoscenza del mondo, ma che avevano qualche
>> talento oltre di me. Ametto che c'è stata una volta in cui ho
>> esibito un arroganza di pensare che riuscivo a distinguere
>> intelligenza dal livelo di sapienza, ma l'esperienza mi ha
>> cambiato idea. Beh, in teoria, non sempre in pratica, come
>> tutti a volte ricado alle idee espedienti.
>
> Sorrido, il tuo italiano ha aspetti insoliti, per cui
> divertenti. :-)
> A parte gli errorini, che cosa sono le idee "espedienti"?

È Meglio che tu mi rida perché io faccio errori in italiano che io sono
una persona di basso quoziente intellettivo. Attribuisco la colpa alla
mia conoscenza della ******* italiana, e spero che l'obesità non c'entri.

"Expedient ideas" sono le idee che sono facili, comodi, e non sfidano i
preconcetti. Le idee espedienti, no?
Tony the Ice Man 13 Ago 2017 05:23
On 08/12/17 11:33 AM, ADPUF wrote:
> Tony the Ice Man 18:51, venerdì 11 agosto 2017:
>> OK, forse per questa ragione gli americani prendono in giro
>> tutti. Siamo tutti grassi, abbiamo tutti un po' di sangue
>> africano, siamo tutti circonciduti, tutti non riesciamo a
> circoncisi
> riusciamo

Ovviamente! Non riesco a accertare la causa dei miei sbagli. La mente è
una cosa strana, al meno la mia sembra così a volte.

>> vedere lo scopo lontano, e le battute sulle queste cose le
>> possiamo dire solo noi.
>
> Forse la differenza di cui parla K. dipende dal fatto che
> l'obesità viene percepita come una caratteristica innata e
> incorreggibile mentre la conoscenza viene considerata sintomo
> di scarsa volontà e applicazione negli studi, quindi più
> riprovevole.
> Forse.

E forse no. Si può dire anche che l'obesità è un sintomo di scarsa
volontà, e l'abiltà conoscitiva (perché, come abbiamo visto, la gente
non pensa naturalmente alla conoscenza) è innata. Oggi, tu ed io non
siamo d'accordo.

Secondo me, non c'era rancore nel ridere alla donna e questo fatto è il
nocciolo della differenza. Di solito all'obesità, si sghignazza. E se la
donna avesse reagito con offesa al ridere, sarebbe stata una situazione
molto diversa.
Pagliotz 13 Ago 2017 10:48
Tony the Ice Man ha detto questo domenica:


> Secondo me, non c'era rancore nel ridere alla donna e questo fatto è il
> nocciolo della differenza. Di solito all'obesità, si sghignazza. E se la
> donna avesse reagito con offesa al ridere, sarebbe stata una situazione molto
> diversa.



Mettiamola così: ridere di una persona con dei VERI problemi (mentali o
fisici) è sbagliato e da condannare.
Ridere (o sorridere) di una persona che si dimostra ignorante proprio
come questa "bionda da stereotipo" (perché non penso proprio che mi si
possa venire a dire che questa tizia venga da una zona a bassa
scolarità e con poche possibilità di istruzione) lo trovo invece lecito
e normale. Le sciacquette tutte make-up e unghie laccate non sono
proprio un genere che io apprezzi particolarmente.

--
ATTENZIONE: se nel msg-id si vede
"mn..........140268 ******* fun.club", sono proprio Pagliotz.
Altrimenti è un troll così ******* da volermi imitare per confondere
gli utenti...
..

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Studio e approfondimento della lingua inglese | Tutti i gruppi | it.cultura.linguistica.inglese | Notizie e discussioni linguistica inglese | Linguistica inglese Mobile | Servizio di consultazione news.